Gli errori da non commettere
sul tuo sito web

Realizzare un sito web: gli errori più comuni da evitare

Nell’epoca del digitale sembra impossibile per chi ha un’attività, o vuole intraprenderne una, non avere un sito web. Ma attenzione.

Un sito web non è un must che è necessario avere perché il mercato lo impone. Un sito web è un canale che, come altri, deve portare frutti al tuo business.

Perché ciò succeda, è però necessario che il tuo sito web sia pensato e realizzato nel modo corretto. Molto spesso, si incorre in errori che impediscono il raggiungimento dello scopo: migliorare ed implementare la tua attività imprenditoriale.

Indice

In questo post ti spiegherò gli errori più comuni in cui si incorre quando si intraprende la realizzazione di un sito web. Ti mostrerò inoltre alcuni suggerimenti per evitare questi errori comuni e raggiungere i tuoi obiettivi.

La progettazione di un sito web professionale è una fase fondamentale per il successo del tuo progetto.

errori sito web dominio hosting performance business

1. Fare da soli senza affidarsi a professionisti del settore

Oggi più che mai, e soprattutto nel mondo digital, le opportunità di divenire tuttologi ed autodidatti si sono moltiplicate. Internet ha notevolmente ampliato la gamma delle informazioni e delle possibilità e questo è un bene, ma non per tutto.

Infatti, non dobbiamo dimenticare che è ben diverso se a sviluppare un progetto – in questo caso creare un sito web – si occupa un autodidatta (o qualcuno che non lo fa di professione) o un vero e proprio esperto del settore.

Affidarsi ad un professionista nella creazione del tuo sito web è una scelta non consigliata, ma necessaria se vuoi che il tuo sito web dia i frutti sperati: implementare il tuo business.

Solo un professionista infatti saprà gestire ogni aspetto (dominio, hosting, alberatura, grafica, SEO, copywriting, manutenzione, assistenza, monitoraggio ecc.) in modo dettagliato ed approfondito.

2. Non definire chi sei e cosa fai

La seconda cosa necessaria è stabilire a chi e perché serve un sito web.

“Chi sono?”
“Di cosa mi occupo?”
“A cosa mi serve il sito web?”.

Queste sono tutte domande spesso sottovalutate o, ancor peggio, dimenticate da chi si accinge a realizzare un sito web. In realtà queste Questions/Answers sono cruciali per la realizzazione corretta del tuo sito web.

Infatti, se manchi di definire il tuo business o lo etichetti in modo sommario e confusionario rischierai di non far capire al tuo utente – e possibile cliente – chi sei, che attività svolgi e dove rivolgi i tuoi prodotti e/o servizi.

È necessario che queste informazioni siano chiare e facilmente fruibili ed intuibili sul tuo sito web. Per vendere bene il tuo business devi definirti bene, in modo chiaro, intuitivo e facilmente fruibile.

Importanza di scegliere un dominio chiaro ed un hosting efficiente

errori sito web alberatura grafica responsive

3. Scegliere un dominio inappropriato

Se la base di un sito web è chiarire chi sei e cosa fai è altrettanto necessario scegliere un dominio appropriato che rifletta bene queste definizioni che hai dato al tuo business.

Il dominio è il nome della tua azienda sul web. Gli utenti cercheranno nei Browsers il tuo nome, il tuo dominio e quindi anche i motori di ricerca, SEO e Google, utilizzeranno lo stesso parametro per l’indicizzazione.

È quindi necessario scegliere un dominio adeguato che intercetti il più fedelmente possibile l’intento di ricerca dei tuoi clienti/utenti.

Il dominio va scelto con cura e deve rispettare il più possibile chi sei e cosa fai. Sarà quindi più semplice procedere alla scelta di un dominio appropriato se avrai dedicato spazio e tempo al secondo punto: la definizione del tuo business.

4. Affidarsi ad un hosting inefficiente

Se la scelta del dominio è fondamentale perché l’utente ti trovi sul web, quella dell’hosting è altrettanto importante perché non abbandoni il tuo sito web.

L’hosting web è un servizio che consente di pubblicare una pagina web su Internet.

L’azienda che fornisce mezzi e servizi perché la pagina web venga visualizzata in Internet è il provider di servizi di web hosting e il sito web viene “hostato” (ospitato) su un Server.

Nel momento in cui un utente digita il tuo dominio sul Browser il suo dispositivo si collegherà all’hosting provider che hai scelto e l’utente visualizzerà la tua pagina web.

La scelta di un valido hosting provider è fondamentale in quanto dalla sua “performance” dipenderà la velocità di caricamento della tua pagina web: parametro fondamentale per far sì che l’utente sia soddisfatto della sua visita e non abbandoni il tuo sito web.

Ma non solo. La velocità di caricamento della pagina è necessaria non solo in funzione di rendere positiva l’esperienza dell’utente, ma anche come parametro di miglior indicizzazione su Google e posizionamento sui motori di ricerca (SEO).

5. Scegliere una grafica e delle immagini inadeguate

La grafica è fondamentale perché il tuo sito web sia accattivante e risulti ben fatto ed interessante. Ma scegliere bei colori e belle immagini e video non basta, bisogna tenere presente di alcuni importanti accorgimenti.

La grafica oltre ad essere bella, ad avere font coerenti e scelti con cura deve essere anche “responsive”. Per grafica “responsive” si intende un design del sito web in grado di adattarsi ad una molteplicità di dispositivi.

Il tuo sito deve essere bello e mostrarsi corretto a livello di design da PC, da tablet e da smartphone. È necessario che l’esperienza dell’utente sia ottimizzata per ogni dispositivo utilizzato. Oggi più che mai.

Oltre ad avere una grafica che sia bella e “responsive” il tuo sito avrà bisogno di immagini e video. Da questo punto di vita il consiglio migliore è l’originalità.

Un’immagine con una buona definizione e originale è sicuramente una scelta vincente. Lo stesso vale per i video aziendali.

Ma attenzione. L’alta definizione non deve “intasare” il tuo sito web. È necessario attenersi ad una certa dimensione e qualità delle foto che permetta una buona resa, ma nello stesso tempo non comprometta la velocità di caricamento delle pagine del sito web.

Se non puoi disporre di foto e video originali, devi tenere presente che non puoi utilizzare a tuo piacimento qualsiasi media che trovi su Internet. Le immagini ed i video sono coperti da diritti d’autore, d’utilizzo e licenze e non sono liberamente riutilizzabili.

6. Realizzare una struttura di navigazione non intuitiva

Se vuoi rendere il tuo sito davvero efficace per il tuo scopo, ovvero far conoscere ed implementare il tuo business, è necessario pensare ad una struttura chiara ed intuitiva nel senso di usabilità da parte dell’utente.

Immagina di navigare nel sito di un’attività che si mostra confusionario, probabilmente abbandonerai la pagina web e sceglierai un altro sito web più facile ed intuitivo che ti consentirà di trovare facilmente le risposte alle tue domande.

Se il tuo sito web non ha quindi una struttura di navigazione consona in termini di usabilità da parte dell’utente incorrerai in un duplice rischio:

  • in primo luogo, l’utente abbandonerà il tuo sito web;
  • in secondo luogo l’utente non avendo trovato la risposta alle sue domande le cercherà (e forse le troverà) in un sito concorrente.

Perdere l’utente è perdere un cliente. La struttura di un sito web deve quindi essere ben pensata e realizzata, in modo lineare, semplice e intuitivo.

In gergo tecnico, la struttura di un sito web prende il nome di alberatura in quanto richiama appunto uno schema ad albero: intuitivo e quindi ideale.

Un menu di navigazione del sito web chiaro, intuitivo e facilmente fruibile è una scelta vincente per il tuo sito web.

errori sito web non corretti contenuti immagini indicizzazione seo

7. Non prestare la giusta attenzione a contenuti e SEO

Importanza fondamentale è riservata ai contenuti, al testo, sia delle pagine sia della sezione Blog. Anche in questo caso saper scrivere bene non basta, ma è necessario affidarsi a professionisti ed esperti del settore.

Anche se può sembrare scontato, in realtà non lo è. Per scrivere bene un contenuto di testo è fondamentale prestare molta attenzione alla grammatica. Errori di morfologia e sintassi sono all’ordine del giorno, per non parlare di quelli di battitura.

È quindi assolutamente necessario non solo stare attenti nel momento della stesura dei testi, ma rileggere più volte il proprio elaborato.

Per ottenere un ottimo risultato è necessario porre grande attenzione in fase di rilettura. Per farlo, è consigliabile rileggere il testo con qualche ora di distanza.

I testi per il tuo sito web devono avere, quindi, due qualità:

  • devono essere necessariamente scritti bene e correttamente;
  • devono essere persuasivi.

La persuasività di un contenuto di testo dipende dalla sua capacità di comprendere ed intercettare le parole chiave, gli intenti di ricerca degli utenti. Questa modalità di scrittura farà sì che il tuo sito web compaia nel momento in cui un utente digita una data parola o espressione.

Nell’ottica di un migliore posizionamento su Google e sui motori di ricerca (SEO) è fondamentale inserire tra le pagine del tuo sito web una sezione Blog.

La sezione dedicata ad articoli/news di approfondimento renderà il tuo sito web dinamico e sempre aggiornato.

8. Non conoscere o rispettare gli obblighi legali e il GDPR (privacy)

Un errore comune, ma tuttavia molto rischioso è non conoscere e quindi non inserire nel tuo sito web gli obblighi legali.

Infatti, ogni sito web professionale necessita di attenersi ad alcune norme che variano in base al soggetto detentore del sito (persona fisica, partita IVA, società) e al tipo di attività svolta dal sito (es. eCommerce).

In linea generale, qualsiasi società nel momento in cui si appresta a creare un sito web deve rendere note le proprie informazioni legali.

È inoltre consigliabile indicare nel footer del sito web – visibile in ogni pagina – almeno le informazioni essenziali della tua attività quali: ragione sociale, partita IVA e codice fiscale.

Ma non solo. Anche in merito alla Cookie Law ci sono degli obblighi ben precisi.

Ogni tipo di cookie gode di espliciti obblighi ed è importante conoscerli e metterli in atto sul tuo sito.

Anche per quanto riguarda la normativa sulla privacy vi sono degli obblighi ben precisi che è necessario rispettare.

Gli obblighi connessi al GDPR (privacy) dipendono dai dati forniti dall’utente del tuo sito ed al loro trattamento.

9. Non pensare ad assistenza e manutenzione

Un altro errore molto comune è non valutare le esigenze di manutenzione. Molto spesso quando non ci si affida a professionisti del settore non si conoscono e non si calcolano tutte le dinamiche che possono insorgere una volta creato il sito.

L’assistenza, la manutenzione e la gestione del sito web sono attività necessarie ed ordinarie da applicare ad ogni sito web, è bene tenerne presente.

Come gestire un aggiornamento di un sito WordPress o un plug-in che non si aggiorna? Le problematiche che possono insorgere sono molteplici e quindi è necessario affidarsi a professionisti che sono in grado non solo di risolverle, ma soprattutto di conoscerle e prevenirle.

Se stai pensando che è tuttavia conveniente correre il rischio, ti sbagli. Ricorda che il malfunzionamento del tuo sito è direttamente proporzionale alla perdita di utenti e quindi di clienti.

Investire nella gestione del tuo sito web altro non è che investire nel tuo business, in poche parole operare un investimento di ritorno.

Per far sì che il tuo sito web sia utile anche a livello di web marketing è necessario monitorare le sue performance per valutare nuove strategie o ottimizzarne le prestazioni.

errori sito web monitorare performance google analytics

10. Non monitorare l’andamento, la performance del sito

Ti sei mai chiesto perché quasi tutti i professionisti, nei settori più disparati, si dotano di un sito web?

Qual è la necessità comune che porta business così diversi a dotarsi dello stesso strumento?

La risposta è semplice, ma non banale. Il bisogno comune è farsi conoscere, farsi trovare e quindi di trovare nuovi clienti.

Per far sì che questo avvenga è sicuramente necessario non incorrere negli errori sopra elencati. Ma siamo sicuri che basti questo?

In realtà no. Sarebbe poco utile infatti sviluppare un sito ben fatto e poi non monitorarne la performance e l’andamento. Ovviamente vi sono dei mezzi per farlo.

Google ad esempio offre un utilissimo strumento di gratuito di web analytics: Google Analytics. Tramite questa piattaforma è possibile monitorare diversi parametri del tuo sito web.

Qual è il pubblico del tuo sito? La sua età? In quale area geografica il tuo sito viene visualizzato maggiormente? Qual è la frequenza di rimbalzo delle tue pagine web? Il tuo sito funziona in modo ottimale su ogni dispositivo (PC, tablet, smartphone)?

Tutti questi – e moltissimi altri dati – vengono raccolti, analizzati mostrati da Google Analytics e questo è estremamente utile per il tuo web marketing.

Infatti, monitorando il tuo sito web in modo dettagliato potrai individuare non solo eventuali problematiche e risolverle, ottimizzando le prestazioni del tuo sito web, ma anche valutare e mettere in atto nuove ed efficaci strategie di marketinkg.

Gli errori da non commettere sul tuo sito web: le conclusioni

Insomma, affidarsi ad un professionista del settore significa migliorare ognuno di questi aspetti, non solo non sbagliare.

Il tutto permetterà al tuo sito web un miglior posizionamento sui motori di ricerca (SEO) e su Google il che consentirà al tuo business di decollare in quanto la tua azienda sarà altamente visibile ai tuoi utenti e il tuo nome sarà conosciuto!

Chiama Alkimedia!

Tags: , , , , , ,